Dammi il Tuo smartphone e ti dirò chi sei!


Investigatore Privato | Social e Privacy


I social network, non è una novità, hanno cambiato totalmente il nostro modo di comunicare, portando addirittura a modificare il modo di vivere le nostre esperienze, tale è l’inprinting tecnologico che sta caratterizzando il nostro tempo.
Cambiamento che si riversa non solo sulla quotidianità di singoli individui, ma riguarda anche il settore delle corporate che sempre più spesso ha acquisito la necessità di comunicare attraverso le nuove piattaforme.
Ma si sa, “se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu” e quasi c’era da aspettarselo che venisse presto presentato il conto.
Alla luce di tutto questo, io mi pongo un’altra domanda. Ma oggi quante persone sono veramente interessate alla propria privacy? In fondo, quanti leggono realmente tutte le clausole elencate prima di spuntare le famose domande finali inerenti lo sfruttamento dei propri dati personali?
E quanti si geolocalizzano con il proprio cellulare per mostrare ai più il luogo in cui si trovano?


E quanti si geolocalizzano con il proprio cellulare per mostrare ai più il luogo in cui si trovano?
Ricordo di aver letto un articolo diversi mesi fa in cui si evinceva come un’APP utilizzata dagli appassionati di running avesse portato allo scoperto alcune basi militari segrete.
Insomma l’edonismo prevale senza dubbio sulla riservatezza.


Abbiamo guadagnato un tipo di libertà per perderne un'altra. Possiamo comunicare e avere informazioni ma abbiamo perso la privacy. MARTIN COOPER

E allora, per tornare ai due termini con cui ho iniziato questo mio pensiero, ritengo che oltre alla “trasparenza” da parte dei gestori dei social ed alla “consapevolezza” che dovrebbero generare nei fruitori (fornendo i giusti mezzi per la comprensione dello strumento, come giustamente sottolineava uno dei relatori), io inserirei anche la parola “responsabilità” per chi utilizza i social network, consci che la tecnologia può portare, senza dubbio, innumerevoli vantaggi, ma non vale mai la pena perdere il senso della realtà con conseguenze catastrofiche che già troppo spesso hanno e stanno riempiendo le pagine di cronaca nera.


  • Investigatore per il controllo dei figli


    Avete mai valutato la possibilità di ingaggiare un investigatore per il controllo dei figli? Difficilmente una coppia di genitori si pone questa domanda, a meno che non sospetti qualcosa o si trovi di fronte a problematiche evidenti.

  • Investigazioni Assenteismo Dipendenti


    Le statistiche riportano, infatti, una percentuale pari a più del 10% di dipendenti che usufruisce di questa legge di cui un gran numero è destinato a tradire la fiducia del proprio superiore. Il settore della scuola è quello che detiene il primato in ambito pubblico, ma anche il privato subisce ingenti danni in proposito. Lombardia, Sicilia, Lazio e Campania sono le regioni più colpite da assenteismo e costano allo Stato circa 3 milioni di euro l’anno.

  • Investigazioni Controllo Minori per droga


    Secondo il report in Italia la sostanza più diffusa è la cannabis, con una percentuale ben più alta rispetto al resto d’Europa (27% contro il 16%), e in netto aumento rispetto al 2011 (21%). Ma non è tutto!

  • Investigazioni sicurezza informatica | Cyber Attack


    Virus, frodi informatiche, furti d’identità sono fonte di preoccupazione crescente e, dunque, incremento di costi per aziende e privati...

  • Investigazioni legge 104 e assentesimo


    Uno dei problemi che oggi maggiormente vede impegnato un detective è l’assenteismo. La percentuale di assenze dal posto di lavoro, si è incrementata notevolmente negli ultimi anni, in particolar modo presso realtà private che si trovano a dover fronteggiare la problematica.




LEAVE A REPLY

Your email address will not be published.


Comment


Name

Email

Url